Notizia

The Morning After: questa azienda ti darà una TV gratuita se sei disposto a guardare pubblicità non-stop

Startup Telly sta ora accettando prenotazioni negli Stati Uniti per TV 4K da 55 pollici gratuite che visualizzano continuamente annunci su una parte di uno schermo secondario. Finché sei disposto ad accettare quegli annunci (o disattivarli) e condividere i dati, non dovrai pagare per la TV.

Come spiega Telly, il display più piccolo mostra anche notizie, risultati sportivi e altri dati utili. Non dovrai interrompere uno spettacolo solo per rimanere al corrente. Il set ha la propria fotocamera, array di microfoni, sensori e assistente vocale, che consentono videochiamate e app di fitness con motion capture. Secondo l’immagine, questo schermo secondario sarebbe un display lungo e sottile che vivrebbe sotto la TV. Le prenotazioni coprono i primi 500.000 televisori, che dovrebbero essere spediti in estate. Non mi convince l’idea: mi vengono stressanti flashback di lottare per spegnere quegli schermi nel retro dei taxi di New York, aggiunti dal jet lag.

—Mat Smith

Il giorno dopo non è solo un notiziario – è anche un podcast quotidiano. Ricevi i nostri briefing audio giornalieri, dal lunedì al venerdì, entro iscrivendoti qui.

Le storie più importanti che potresti esserti perso

La sincronizzazione iPhone per Windows 11 è ora disponibile per tutti

Il telescopio James Webb trova l’acqua attorno a una cometa nella fascia principale degli asteroidi

I migliori accessori per iPhone per il 2023

L’Apple Watch Ultra ha uno sconto di quasi $ 100 in questo momento

I nuovi televisori 2023 di TCL offrono giochi con frame rate elevato a prezzi inferiori

I migliori smartwatch per il 2023

I creatori di ‘New World’ sono alla base del progetto.

TMA

Amazzonia

Amazon ha raggiunto un accordo con Embracer Group per il rilascio di un titolo MMO (Massively Multiplayer Online) basato sul Signore degli Anelli trilogia e Lo Hobbit. Lo sviluppo è nelle “fasi iniziali” a Nuovo mondo studio Amazon Games Orange County, che spedirà il gioco per PC e console in una data non specificata.

Continua a leggere.

Il pagamento arriva dopo un accordo con il governo federale.

Google sta ancora subendo un duro colpo finanziario per le accuse di aver ingannato i clienti con gli annunci Pixel 4. La società ha accettato di pagare al Texas 8 milioni di dollari per saldare le accuse di aver pagato i conduttori radiofonici per testimonianze “ingannevoli” sul Pixel 4 anche se i DJ non potevano usare il telefono in anticipo. Gli annunci sono continuati anche se Google era consapevole di violare la legge.

Il procuratore generale Ken Paxton ha affermato che l’accordo statale è importante in quanto Google ha “un’influenza significativa” e nessuna grande azienda dovrebbe aspettarsi “un trattamento speciale”. Il gigante della tecnologia ha già raggiunto un accordo da 9 milioni di dollari con la Federal Trade Commission (FTC) e altri sei stati.

Continua a leggere.

L’accordo deve ancora affrontare una dura battaglia negli Stati Uniti e nel Regno Unito.

Come previsto, l’Unione Europea ha approvato l’offerta di Microsoft per l’acquisto di Activision Blizzard per 68,7 miliardi di dollari. La Commissione europea (il braccio esecutivo dell’UE) ha affermato che Microsoft dovrà garantire il pieno rispetto degli impegni assunti per offrire i suoi giochi su altre piattaforme, in particolare i servizi di cloud gaming. Activision non offre ancora i suoi titoli sui servizi di cloud gaming. Se Microsoft offrisse i giochi Activision esclusivamente sul proprio servizio cloud, ciò potrebbe compromettere la concorrenza, ha avvertito l’UE.

Continua a leggere.

La SEC vuole ancora un avvocato per approvare alcuni incarichi relativi all’azienda.

TMA

REUTERS/Jonathan Ernst

Una corte d’appello federale a Manhattan ha respinto l’affermazione di Elon Musk secondo cui il decreto di consenso del 2018 con la Securities and Exchange Commission (SEC) è un’ingiusta “limitazione preventiva” al suo discorso attraverso i tweet di Tesla. L’amministratore delegato ha combattuto con la SEC negli anni da quando si è stabilito nel 2018 e più recentemente ha chiesto ai tribunali di annullare l’accordo. Musk afferma che la Commissione gli ha fatto pressioni per concludere un accordo e ha oltrepassato la sua autorità. Il patto ha violato i diritti di libertà di parola, ha affermato la parte di Musk. Lo scorso aprile un giudice ha negato la richiesta di annullamento dell’accordo, provocando l’appello.

Continua a leggere.


Source link

Related Articles

Back to top button